lunedì 4 ottobre 2010

Schiacciata coll'uva



Dalle mie parti, nella zona di Prato e dintorni, in questo periodo dell'anno viene fatta la schiacciata con l'uva ovvero la "Stiacciata coll'uva", tipico dolce contadino di una volta. Un tempo veniva fatta in occasione della vendemmia, con l'uva nera da vino e tradizionalmente usata la pasta di pane. Di varianti ce ne sono tantissime, infatti quella mia è un pò diversa dall'originale: non è nè pasta di pane, nè un prodotto lievitato a lungo. Ma è proprio un dolce, e che a mio avviso, è buonissimo! La prossima volta pubblicherò la vera schiacciata coll'uva da forno, che è molto diversa, ma ugualmente squisita!
Ora credo che la trovate nei forni di tutta Italia (se sbaglio, correggetemi) e che ho anche ampiamente visto nei vostri blog, ma prima era un dolce tipico toscano, anzi forse più pratese e fiorentino, e che non era usuale trovarlo a giro!





Ingredienti

2 kg uva per schiacciata (uva nera da vino)
2 uova
300 gr. farina
100 gr. zucchero
1 bicchiere latte
1 bustina lievito
1 pizzico sale
semi d'anice
1/2 bicchiere olio d'oliva
ramerino
zucchero (per spolverarlo sopra)

Procedimento

Per prima cosa friggete l'olio con un paio di rametti di ramerino. Preparate poi l'impasto con farina, uova, latte, lievito, sale, zucchero e olio d'oliva fritto (tolto il ramerino). Stendete l'impasto nella teglia grande da forno ben unta. Spargeteci sopra l'uva pulita, lavata e asciugata, i semini d'anice e dello zucchero semolato. Infornate a 200° per circa 50 minuti.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Pane e acqua di rose

12 commenti:

Tania ha detto...

Io ho conosciuto la schiacciata grazie a internet ma soprattutto a blog, dalle mie parti, in Irpinia, non si trova ma tanto me la faccio da me :-P
Molto interessante la versione dolce, veloce e comunque golosa!

Federica ha detto...

In questo periodo la shiaccia con l'una è un tormentone! Dovrò decidermi davvero a farla anzichè continuare a farmi venire invano l'acquolina! La tua poi, oltre che particolare per il rosmarino, mi semnra anche veloce visto che non prevede il lievito di birra. Grazie, buona settimana

simonetta ha detto...

sono quasi prateseb di adozione e pertanto conosco molto bene la schiacciata con l'uva.

Mirtilla ha detto...

La schiacciata con l'uva in questo periodo sta spopolando su tutti iblog, ma come la sappiamo fare noi toscani... non la fa nessunO! :-D E la tua è perfetta, l'uva è caramellata al punto giusto e la pasta non è troppo alta! non è che ti è rimasto un pezzettino per me?!? :-D Un abbraccio

viola ha detto...

Oggi è la giornata della schiacciata all'uva. Ma una Toscana non poteva esimersi dal proporla.
Deliziosa.....una vera bontà.
Un abbraccio e a presto

Simo ha detto...

Oh mamma che golosità...oggi vedo schiacciate dappertutto sui blog!
La tua foto è talmente bella che vien voglia di addentarla!
bacioni e b.pomeriggio

stefania ha detto...

L'ho preparata oggi per la prima volta :)

Renza ha detto...

Da buona pratese conosco molto bene la schiacciata coll'uva e mi piace molto anche questa tua versione dolce!
Ciao e buona settimana!

cuoca gaia ha detto...

Cara Federica grazie innanzitutto per la partecipazione alla mia raccolta! :)
Purtroppo la schiacciata non si trova ovunque, ad esempio qui non esiste proprio eppure non ci sono altro che viti qua intorno :)
Sembra davvero buonissima, complimenti!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Da noi si preparano dei pani dolci con l'uvetta sultanina, ma mi piacerebbe provare la tua ricetta con l'uva fresca :-)

marifra79 ha detto...

Buonissima la schiacciata con l'uva!
Un abbraccio

crumpetsandco ha detto...

Una delle cose che voglio provare da sempre ma che per ora non ho fatto... che vergogna! :)
la tua è venuta benissimo! brava!