martedì 26 ottobre 2010

Crostini coi fegatini



Non c'è antipasto toscano senza i crostini di fegatini. E' un classico che si tramanda sempre di generazione in generazione. E non c'è turista che ne vuole fare a meno. Sarà che sono toscana, sarà che ne sono ghiotta, ma questi crostini sono veramente straordinari. E come li fa mia mamma, non li fa nessuno!
Sono cresciuta a pane e fegatini. Vecchie immagini sfuocate scorrono dentro la mia testa, perchè il suo sapore mi riporta lontano, mi riporta bambina. Come avrete ben capito, mi piace tanto ricordare e farmi riaffiorare gocce di memoria. Perchè come dico sempre, ad ogni sapore si sposa un ricordo. E a me questi mi sanno di Natali in famiglia, tutti insieme, dove ridere e scherzare erano e sono alla base di ogni ricorrenza. Certo che la famiglia è proprio bella. E stare insieme appassionatamente, lo è ancora di più.
Di solito mia mamma ne fa in quantità industriali e li congela già porzionati. Una cena improvvisa?! Prosciutto toscano affettato a coltello, lardo di colonnata, pecorino di pienza con miele o gelatina di vin santo e crostini coi fegatini. Niente di più buono!!



Ingredienti

300 gr. fegatini di pollo
200 gr. milza di vitello
1 carota
1 cipolla
1 costa di sedano
1 manciata capperi
1 spruzzata pasta d'acciughe
olio extravergine d'oliva bono
vin santo
un pò di brodo di pollo (oppure 1 dado e un goccio d'acqua)
sale e pepe

Procedimento

Tritate carota, cipolla e sedano e fateli appassire in una pentola con dell'olio. Intanto tritate con il tritacarne i fegatini e la milza (devono essere ben puliti e lavati). Aggiungeteli agli odori e spruzzate con del vin santo. Fatelo evaporare e aggiungete un pò di brodo. Fate cuocere per circa mezz'ora a fuoco medio. A quasi fine cottura aggiungete una spruzzata di pasta d'acciughe e i capperi tritati.. Mescolate bene. Fate abbrostolire un pò di pane toscano e spalmateci la cremina.

Partecipo al contest di Pane e acqua di rose



19 commenti:

pagnottella ha detto...

Gli incontri conviviali tra famigliari sono divertenti e poi si mangia che è una bellezza...
Bonta infinita questo patè!
Bacioni

pagnottella ha detto...

Uffffff familiari pardon! ^__^

Le pellegrine Artusi ha detto...

Anche per me sono il cibo dell''infanzia!!! Anzi a dire la verità anche quello dell'età adulta, ne vado letteralmente matta sia per la versione con la milza che senza...devono esssere squisiti e non ho mai asssaggiato un crostino nero uguale all'altro ogni famiglia imprime il suo marchio di fabbrica! Bacioni

simonetta ha detto...

Casa sarebbe un pranzo senza i crostini con i fegatini, ma anche quelli con i funghi e poi la polenta fritta!!! Se hai voglia confrontali con i miei.

viola ha detto...

Io adoro i crostini con i fegatini, ma che dico adoro, ne vado matta e vedendo i tuoi mi è venuta un agran voglia di mangiarli...mi toccherà farli al più presto.
Un piatto che accomuna le nostre regioni...anche qui fanno parte della tradizione ma chissà perchè in giro proprio non si trovano. Mi copio subito la tua ricetta per assaggiare questa versione.....
Immagino già quanto sono buoni!
Un bacione carissima e a presto.
Grazieeeeeee per questa ricetta!

Debora ha detto...

mmmmmmmmmmmm boniiiiiiiiiiiii è la seconda volta questo mese che qualcuno gli pubblica e io sbavo!!! non me li lascio sfuggire quando torno in Toscana!! si ma quando ci ritorno?? sono da 6 mesi che non ci vado!!! uffa!! che buoni!!! io non ci metto la milza però perchè il sapore amarognolo che gli lascia non mi piace!!! la l'originale è proprio cme l'hai scritta tu!

ps: olio extra BONO: TOSCANOOOOO!!! e si eh!! l'olio toscano è buonissimo!! :-)

lucia ha detto...

Ho ancora la foto di mio marito e un nostro amico che tentano di sbucciare la milza per fare i crostini! Era il primo dei tamti capodanni tematici che organizziamo a casa nostra. A farla da regina la cucina toscana, dato che mio suocero è toscano! Da allora, lo confesso, non abbiamo più fatto la salsa... ne abbiamo semore comprato versioni già pronte! Bacioni, a presto!

Solema ha detto...

A me piacciono molto, li ho anche fatti, ma senza milza, dato che qui è difficile trovarla!!!

CarlottaD ha detto...

Io potrei farmi un pranzo intero, dall'antipasto al dolce di soli crostini. Si capisce quanto mi piacciono? :-))
Invece non conosco la gelatina di vinsanto....

terry982 ha detto...

mai assaggiati i fegatini di pollo ne la milza di vitello... però i crostini hanno un bel aspetto! quando mi troverò dalle tue parti non esiterò a provarli.
buona serata
Terry

Rossella ha detto...

Mi scalda il cuore la tua ricetta ! Anche a casa mia era tradizione mangiare i crostini per le feste ! Io non uso più la milza ma dovrei riprovare a farli come fai tu ! Ciao. Un abbraccione !

Mila ha detto...

Io adoro la cucina toscana e sbavo per i crostini con i fegatini...sono divini...Non li ho masi fatti...che dire copio la tua ricetta: mai dire mai!
Complimenti...e quando li rifai me ne mandi una decina? Ciao!

furfecchia ha detto...

Sisisi! sono eccezionali anche mia mamma li fa con la milza, però usa solo la cipolla, niente carota e sedano, io li faccio solo con i fegatini perchè i miei bimbi li preferiscono così!
Ciao
Silvia

Greta ha detto...

Che buoni i fegatini! Il patè lo faccio anche io, ma con un procedimento diverso...devo assolutamente provare il tuo però perchè ti è venuto...non so come spiegarti...sembra essere soffice! buona giornata ciao

Mirtilla ha detto...

gran bella ricettina :)

Onde99 ha detto...

Eh, beh, tra toscani ci si intende, questi sono i crostini del Natale... Ricordo che da piccola avevo una gattina che ne andava matta e la vigilia di Natale, mentre la mia mamma preparava il pranzo per il giorno dopo, faceva man bassa dell'impasto, nonché del panettone che io avevo scartato per farcirlo!

Vale ha detto...

ecco, posti queste ricette e io sento una mancanza inspiegabile della toscana!!! cercherò di consolarmi con questo godurioso paté... intanto ti aspetto sul mio blog per sfogliare il pdf della raccolta "Il pane secco non si butta"... Buona giornata
Vale

mariacristina ha detto...

Mio marito ne va matto, a me il fegato non piace tanto, mi segno la ricetta grazie! Un abbraccio.

rebecca ha detto...

non sono toscana , ma il mio papà era umbro e questi crostini mi ricordano le estati trscorse dai nonni vicino perugia , le interminabili tavolate per la mietitura ...profumo dei crostini....grazie di avermi ricordato questi sapori,le foto raccontano di crostini favolosi, brava!!!! un abbraccio
ciao Reby