martedì 20 aprile 2010

Torta di mele antica...della zia Maria



La zia Mary, come la chiamavamo noi...quanto mi manca. Era la zia della mamma, nonchè sorella di mia nonna. Una donnina tutta pelle e ossa che abitava sopra casa dei miei genitori quando stavamo in città e io avevo dai 2 ai 9 anni circa. Dal terrazzo lei mi chiamava e per farmi contenta mi lanciava le caramelle. Parlava con quel suo accento bolognese e mi divertivo ad ascoltarla. Sapeva che impazzivo per le quaglie e ogni tanto veniva a bussarmi e mi diceva di andare su, che le aveva fatte al forno! Cucinava straordinariamente bene anche lei! Fu lei che mi fece interrompere l'uso del biberon! Avevo 2 anni scarsi e quando mi vedeva con il bibe mi diceva "Ma non ti vergogni a prendere ancora il biberon?" E io mi andavo a nascondere dietro la vetrinetta per paura che arrivasse e mi vedesse, così iniziai a prendere la tazzona di latte...con la cannuccia!!!
Un giorno di 12 anni fa, credo. Noi eravamo tornati in campagna, lei era alla casa in Emilia. Io ricordo ancora che tornavo da una gita di scuola fatta a Venezia e mio padre mi riferì la notizia della morte improvvisa della zia. E' stata forse l'unica vera mancanza che ho sentito. La penso spesso e a volte, mi sembra di sentirne ancora la voce.
Non volevo assolutamente annoriarvi con queste storie un pò tristi, ma tutto questo per darvi la ricetta della torta di mele antica della zia.




Ingredienti

2 mele + 1 per decorazione
2 uova
2 cucch. olio di semi
1 tazza latte
2 tazze farina
1 tazza zucchero
1 pizzico sale
1 bustina lievito vanigliato
Succo e scorza di 1 limone

Procedimento

Impastate il tutto, comprese le 2 mele affettate finemente. Versate il composto in una tortiera imburrata e infarinata ( a seconda del suo diametro la torta verrà più o meno alta). Decorate con le fettine della mela rimasta. Infornate a 170° per circa 40 minuti (occhio a non farla sbruciacchiare in superficie!). Ovviamente fate la prova stecchino!

9 commenti:

Francesca ha detto...

Certi ricordi sono fortissimi ed è bello abbinarli ad un piatto o un dolce... così, ogni volta che lo si riassapora la persona sembra accanto a noi....
Franci

marifra79 ha detto...

Credo di capire il dolore e la tristazza per la perdita di una persona così speciale...di una persona che ha fatto parte della nostra infanzia...mi dispiace. Questo dolce sarà per te davvero speciale!
Un abbraccio

Fra ha detto...

Certe persone rimangono nel cuore e nella memoria, proprio come certi sapori e profumi. Bellissimo ricordo per una bellissima ricetta, che raccogle tutta la dolcezza del rapporto tra te e tua zia
Un bacione e buona giornata
fra

Micaela ha detto...

mi piacciono le ricette antiche e quelle della tradizione familiare, questa la devo assolutamente provare!

Ale ha detto...

Ciao, mi piacciono le torte di mele, tutte ! mi piacciono ancor di più se legate ad una bella storia. Bel blog ! A presto, Alessandra

Tania ha detto...

E' dolce ed affettuoso il tuo ricordo della zia Mary, direi che questa ricetta possa essere considerato come un omaggio che lei avrebbe sicuramente apprezzato!

Ally ha detto...

telepatiche a dir poco!!! hihih
anche io ho una ricetta "della zia" ma la mia si chiama Sidonia..qui nel blog..http://coccoledimarzapane.blogspot.com/2010/03/ribbon-piela-torta-di-mele-gluten-free.html
cmq W le torte di mele!!! io le adoro!!!
a prestooo!!!

Fico e Uva ha detto...

ecco qui la tua torta di mele... ancor + dolce per questo ricordo che porta con se!
Grazie della visita, ci facciamo un giro da te. ciao fico&uva

Anonimo ha detto...

Ciao, la tua zia era davvero un'ottima cuoca!! Oggi ho preparato questa torta perchè mi ispirava la ricetta ed è risultata così buona che, dopo poche ore, non ne era rimasta più una briciola!!! E' piaciuta a tutti tantissimo!! Davvero una delle migliori torte di mele che io abbia mai mangiato! Complimenti alla tua cara zia!