sabato 19 marzo 2011

Mantovana di Prato per te, caro babbo.



Auguri a te che da sempre mi proteggi e che mi trasmetti forza, correttezza e positività. Sei una persona magnifica, altruista e piena di valori. Quando sono accanto a te mi sento ancora una bambina che ha bisogno della tua preziosa guida e te riesci sempre a indicarmi la giusta strada. Sei il mio punto di riferimento e lo sarai sempre. Grazie di esistere, sono veramente fiera di essere tua figlia. Per tutto quello che hai fatto, per quello che ogni giorno fai e per quello che farai non posso altro che dirti grazie, grazie, grazie. Babbo, ti voglio un'infinità di bene.
In questo giorno speciale, ti dedico il tuo dolce preferito, quello che ogni tanto compri da Mattonella a Prato, e che da quando hai capito che lo posso replicare fedelmente grazie all'aiuto fondamentale di Pellegrino Artusi e con l'aggiunta di qualche mia modifica, preferisci fartelo fare da me! Grazie anche di questo!






Mantovana di Prato


farina, 170 grammi
zucchero, 170 grammi
limone, la scorza di mezzo
uovo intero, uno
tuorli, quattro
lievito, una punta
burro, 150 grammi
pinoli, 30 grammi
mandorle a scaglie, 40 grammi
granella di mandorle, 50 grammi

Sbattete benissimo lo zucchero con l'uovo e i tuorli fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Aggiungete la scorza di limone, la farina e il lievito. Amalgamate bene e incorporate il burro fuso tiepido. Imburrate uno stampo a cerniera del diametro di circa 20 cm (io l'avevo di 26 ed è venuta un pochino bassa) e cospargete di granella e poca farina. Stendete bene il composto e metteteci sopra le mandorle a scaglie, la granella di mandorle rimasta e i pinoli tritati grossolanamente. Infornate a 180° per circa 35 minuti. Quando sarà tiepida cospargeteci sopra dello zucchero a velo.

Tanti auguri a tutti i papà!

10 commenti:

lerocherhotel ha detto...

che bellissime parole per il tuo papà! e che meraviglia questo dolce!

mariacristina ha detto...

Che bel post per tuo papà! E che bella torta, non la conoscevo. Un abbraccio e buona domenica!

Simo ha detto...

...che belle le parole che hai dedicato al tuo papà...
E che favola questa torta! Me la segno....non la conosco, sai?

Tamtam ha detto...

ce l'ho anchio la ricetta della mantovana di Prato, ho due zie a Prato, è buonissima, e la tu anche bella

Solema ha detto...

Mi sono commossa leggendo le tue parole!!! Che voglia di mordere questa torta!! A me sembra molto bella anche bassa, penso che il sapore non ci abbia rimesso!!!

simonetta ha detto...

La mantovana di Mattonella é un mito, ma chi non è pratese non può capire.Mi permetto di suggerirti di mettere il link di Mattonelle per par conoscere a tutti i suoi prodotti......dimenticavo, complimenti comunque per la tua versione.

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao, mamma che buona questa torta! TRa l'asprigno del limone e l'amaro delle mandorle...ne viene una vera delizia morbida!
baci baci

Alessia ha detto...

Dolcissima la tua dedica..fortunato il tuo papà

Letiziando ha detto...

Una dichiarazione d'affetto fatta col cuore e la "gola". Mix perfetto e insuperabile :)

More ha detto...

Mi spiace scoprirti solo ora... il tuo blog è fantastico! Le foto, la cura che dedichi alle ricette....
Questa torta la proverò di sicuro e le altre ricette... le sto stampando una dopo l'altra! Aiuto!